Il cibo è il prodotto di un territorio e delle sue vicissitudini, dell’umanità che lo popola, della sua storia e delle relazioni che ha istaurato. […]

da “Buono, Pulito e Giusto” di Carlo Petrini – Gli Struzzi – Einaudi – Novembre 2005


Gli ingredienti principali della nostra cucina sono la memoria e l’identità perché essa si rifà ad antiche e semplici ricette del luogo. Cucina povera, quella dell’Abruzzo montano, ma dai sapori autentici.

I primi sono costituiti, soprattutto, da pasta fatta in casa, in versione asciutta o brodosa per le minestre arricchite di legumi. I secondi attingono alle carni ovine e bovine provenienti da animali tenuti al pascolo sugli altipiani di Ocre; in inverno, e fino ad esaurimento, la fa da padrona la carne di maiale, lavorata artigianalmente.

Si usano anche il pecorino, il principe dei formaggi, le mozzarelle ed altri gustosi derivati del latte di mucca e di pecora: il tutto accompagnato dal pane fatto in casa, di grano duro, di farro, integrale e cotto in forno a legna.
Ortaggi e frutta di stagione arricchiscono la nostra mensa, insieme al tartufo nero, lo zafferano, il peperoncino rosso e i dolci tipici come le ambrate e croccanti ferratelle, i nocci atterrati, il soffice pan di spagna. Vini rigorosamente doc, prodotti nella nostra regione Abruzzo e liquori aromatici che ci parlano di erbe officinali, frutti di bosco, ciliegie selvatiche e noci fresche.


Scopri la Cucina stellata dedicata agli eventi e ai matrimoni »